pelle e sole consigli per esposizione

    Fa caldo, è piena estate e, soprattutto, dopo essere stati costretti in casa per tanto tempo a causa della pandemia da Covid-19 non vediamo l’ora di abbronzarci.
    Tuttavia, per evitare scottature, rughe, macchie, eritemi solari e altri fastidi – e anche per mantenere più a lungo il colorito – è davvero importante preparare adeguatamente la pelle al sole. Ecco alcuni consigli.

    Prima del sole: come preparare la pelle

    Preparare la pelle negli ultimi mesi della primavera sarebbe l’optimum, attraverso l’adozione di una dieta ricca di frutta e verdura con vitamina E e betacarotene, che stimolano la produzione di melanina. Tra gli alimenti più consigliati: le carote, i pomodori, gli asparagi, i frutti di bosco, le albicocche, gli spinaci, i meloni, le arance, i cereali integrali, le mandorle, le nocciole, le noci.

    Si può optare anche per integratori alimentari specifici per l’abbronzatura, che offrono sia una protezione dal danno ossidativo dei raggi solari sia la stimolazione della produzione di melanina. Questo tipo di integratori è di norma a base di antiossidanti, carotenoidi, oligoelementi e vitamine.

    Idratare la cute è fondamentale per evitare la comparsa di rughe, irritazioni e macchie solari. Creme a base di acido ialuronico, antiossidanti, vitamina E, vitamina C e sostanze nutritive possono aiutare a preservare l’acqua presente sulla superficie della pelle e a contrastare l’ossidazione.

    Oltre a ciò, esfoliare la cute con prodotti delicati favorisce l’eliminazione delle cellule morte e dona un’abbronzatura più uniforme, oltre che una pelle più sana.

    Consigli durante l’esposizione al sole

    Un consiglio importantissimo è quello di evitare le ore in cui i raggi solari sono più forti e pericolosi, dunque non esporsi al sole tra le 10 e le 16.

    E’ importante anche reintegrare quanto più è possibile i liquidi che si perdono durante l’esposizione bevendo molta acqua.

    Fototipi ed esposizione al sole: la scelta della giusta protezione solare

    Esporsi al sole senza gradualità rende la nostra pelle vulnerabile all’azione potenzialmente dannosa di raggi UV (ultravioletti). L’abbronzatura, infatti, non è altro che una reazione difensiva della nostra pelle che si scurisce grazie alla melanina, un pigmento che funziona come un vero e proprio filtro che scherma l’epidermide dai raggi UV grazie a un meccanismo chiamato melanogenesi.

    Ci sono diversi fototipi – classificazioni dermatologiche in base alla quantità di melanina presente nel nostro derma – secondo cui può variare il rischio di subire effetti dannosi (e la predisposizione di ciascuno ad abbronzarsi più o meno velocemente) per un’esposizione al sole poco graduale. Eccoli di seguito:

    • Fototipo 1 – occhi azzurri, carnagione molto chiara, capelli rossi, lentiggini. Gli individui che hanno questo fototipo si abbronzano poco e corrono più rischi di scottature; per questo, devono utilizzare sempre una protezione solare con SPF (Sun Protection Factor) molto alto durante l’esposizione solare;
    • Fototipo 2 – occhi azzurri o verdi, carnagione chiara, capelli biondi. Anche per questo fototipo è assolutamente consigliata una protezione solare con SPF molto alto;
    • Fototipo 3 – occhi castani, pelle chiara, capelli castani. Consigliamo di iniziare l’esposizione al sole con una fotoprotezione molto alta e diminuire gradualmente nei giorni successivi;
    • Fototipo 4 – occhi scuri, pelle olivastra e capelli scuri. Utilizzare una protezione media inizialmente e diminuire gradualmente nei giorni successivi;
    • Fototipo 5 – occhi scuri, pelle olivastra, capelli neri. Per questo fototipo è possibile utilizzare una protezione solare con SPF basso;
    • Fototipo 6 – occhi scuri, pelle scura e capelli neri. Anche per questo fototipo è possibile utilizzare una protezione solare con SPF basso.

    Proteggere la pelle dopo l’esposizione solare

    Anche dopo l’esposizione, mantenere una dieta a base di frutta e verdura è altamente consigliato, poiché aiutano la rigenerazione delle cellule cutanee grazie alle loro vitamine e sostanze fitochimiche.

    C

    hi

    © Pretmedica | Direttore Sanitario Dr Francesco Pizzo | Autorizzazione Sanitaria n° G02391 del 4/3/2022