screening-colon-retto_pretmedica-roma
  • Articolo
  • by Pretmedica
  • Ottobre 10, 2021

    Adottare uno stile di vita corretto ed effettuare tempestivamente gli esami consigliati per la prevenzione del tumore puo’ aiutare a prevenire circa il 40% dei nuovi casi diagnosticati in Italia.

    Nello specifico, per prevenire il tumore del colon-retto, divenuta la seconda neoplasia più diffusa nelle donne e la terza negli uomini (Fonte: I numeri del cancro in Italia 2020), è possibile effettuare uno screening.

    Screening per il cancro del colon-retto: test del sangue occulto nelle feci

    Il test del sangue occulto nelle feci va effettuato nelle persone tra i 50 e i 69 anni con una cadenza biennale.

    Si tratta di un esame molto semplice e non invasivo, che consiste nella raccolta di un piccolo campione di feci a casa propria che sarà poi analizzato alla ricerca di tracce di sangue non visibili a occhio nudo. Non è necessario seguire una dieta particolare o restrizioni nell’alimentazione prima di eseguirlo.

    Screening per il cancro del colon-retto: la rettosigmoidoscopia (RSS)

    La rettosigmoidoscopia è un altro esame di screening, endoscopico e simile alla colonscopia, che si effettua tra i 58 e i 60 anni e, in caso di esito negativo, puo’ non essere più ripetuto. Si effettua, al posto della ricerca del sangue occulto, in alcune Regioni Italiane (Piemonte).

    Esso consiste nell’inserimento di una sonda sottile, flessibile e dotata di telecamera nell’ultima parte dell’intestino crasso (il sigma e il retto), che permette la visualizzazione diretta e analizza la zona in cui si sviluppa la maggior parte dei tumori del colon-retto (circa il 70%).

    Al contrario della colonscopia, comporta raramente la somministrazione di farmaci sedativi e ha una preparazione molto più semplice.

    I dati disponibili stabiliscono infatti che la RSS puo’ ridurre addirittura del 28-30% la mortalità per tumore del colon-retto, grazie al fatto che esso prende in esame la zona in cui esso si sviluppa più frequentemente.

    Esami di Approfondimento

    Se c’è una positività della ricerca del sangue occulto o della rettosigmoidoscopia si esegue una colonscopia completa come esame di approfondimento per avere un quadro esauriente ed, eventualmente, agire quanto più tempestivamente possibile.

    La colonscopia può essere sia un esame di approfondimento sia uno strumento terapeutico; infatti nel caso in cui vengano trovate delle lesioni (polipi) esse possono essere rimosse durante la stessa seduta e poi analizzate in laboratorio per una corretta diagnosi.

    C

    hi